Salumi D.O.P. piacentini. Il salumificio La Rocca

postato in: sapori | 0

ALLUNGATA copia

 

 

 

Conosciamo le aziende del Paniere. Oggi è la volta del salumificio la Rocca di Castell’Arquato nel cuore dell’Appennino Piacentino.

Nato nel 1963 da 4 soci fondatori, si occupa di macellazione, trasformazione di carni suine, produzione e stagionatura di salumi tipici. Nel 1978 l’azienda triplica la produzione arrivando a macellare circa 800 suini la settimana. Negli anni ottanta i rispettivi figli dei soci entrano nell’azienda dandole nuovo impulso e decidendo di dedicare l’attività interamente alla trasformazione e stagionatura delle carni suine. Attualmente in azienda è presente la terza generazione; la produzione è ancora dedicata ai salumi tipici piacentini, le carni utilizzate provengono da suini nati, allevati e macellati in nord Italia. La capacità produttiva settimanale è di circa 130 quintali di insaccati tritati e di 3000-3500 pezzi interi (coppe, fiocchi, culatelli, ecc), i dipendenti sono 35, tutti provenienti dal territorio piacentino e di lunga esperienza.

Risponde alle nostre domande Vittorio Magni figlio di uno dei soci fondatori, ora scomparso, che oltre ad essere uno dei proprietari è anche Responsabile Autocontrollo e addetto al Marketing. Vittorio è nato e ha vissuto sempre sulle colline Piacentine, come la sua famiglia. I nonni macellavano il maiale in casa, il padre ha dovuto abbandonare gli studi di ingegneria per dedicarsi al negozio di alimentari di famiglia, e poi in seguito fondare il Salumificio. Vittorio invece si è laureato in Economia e Commercio prima di decidere di entrare in azienda.

SALAME PIACENTINO DOP IL PRINCIPEIn cosa la vostra attività è maggiormente legata alle tradizioni ed all’ambiente del territorio Appenninico?

I fondatori del salumificio erano tutti dei mastri norcini, le ricette e i metodi di lavorazione delle carni sono ancora quelle che i nostri nonni ci hanno tramandato. Anche se con l’ausilio di moderne tecnologie, i principi su cui ci basiamo nelle stagionature, sono ancora quelli tradizionali della salumeria piacentina. Siamo infatti titolari di ben tre prodotti D.O.P. (coppa, salame e pancetta tipici piacentini). I maiali da cui provengono le carni che utilizziamo sono tutti “suini padani”, allevati secondo i canoni del “suino pesante padano”.

Quanto influisce, nella qualità della vostra offerta (prodotti e/o servi) la qualità ambientale dell’Appennino?

Uno degli slogan della nostra azienda è: “dalle ridenti colline di Castell’Arquato Piacentino – Città d’Arte”. Questo perché la bellezza dei luoghi, oltre che dal patrimonio storico, è data dalla freschezza dell’aria che filtra nelle vallate, lungo i bassi pendii, e che purifica e asciuga l’ambiente.

Le nostre stagionature e cantine sono tutte strutturate in modo da sfruttare la brezza che asciuga e fa maturare i salumi nel modo più naturale possibile, conferendo aromi e profumi unici

Cosa fa la sua azienda per cercare di impattare il meno possibile sull’ambiente che la ospita?

La nostra azienda si è dotata da alcuni anni di un impianto fotovoltaico che occupa l’intera superficie coperta dello stabilimento, circa 4.000 mq. Inoltre è da quando è nata che dispone di un depuratore per le acque di lavorazione a fanghi attivi. Abbiamo sostituito le due vecchie caldaie a gasolio con due moderne caldaie a gas metano per la produzione di acqua calda; e per lo smaltimento dei rifiuti pericolosi come oli lubrificanti e batterie abbiamo delle convenzioni con ditte autorizzate. Inoltre pratichiamo la raccolta differenziata per carta, plastica e vetro.

Salumificio la Rocca_COPPA PIACENTINA DOP LA REGINA

Per cosa i suoi clienti vi fanno i maggiori complimenti?

Non è molto signorile l’auto compiacimento, però possiamo dire che sovente abbiamo riscontri positivi sul sapore “nostrano e tradizionalmente naturale” dei nostri prodotti. E questo ci rende orgogliosi e consapevoli che i tanti sforzi per mantenere alta la qualità della produzione, sono ripagati dalla soddisfazione della clientela più esigente

 

Avete in atto delle collaborazioni con altre aziende del vostro territorio? Se si di che tipo con quali aziende?

Cerchiamo da sempre di collaborare con le azienda del nostro territorio, siamo membri del Consorzio salumi tipici piacentini per la tutela dei prodotti dop, del Consorzio Piacenza Alimentare per il commercio estero, della Strada dei vini e dei sapori del colli piacentini per la promozione del territorio. Inoltre abbiamo più volte collaborato con cantine e caseifici, in occasione di fiere regionali e nazionali, non ultima la fiera dell’Artigianato di Milano, dove alcune aziende piacentine artigiane si sono proposte con un’unica area di degustazione e promozione dei prodotti della provincia.

Mi suggerisce una ricetta per valorizzare i suoi prodotti?

Per valorizzare al meglio i salumi piacentini l’ideale è non coprire troppo il loro sapore con salse e condimenti troppo accentuati. Per la pancetta per esempio, cosi dolce e delicata, è preferibile adagiarla sottile su una bruschetta calda, per la coppa leggermente sapida e aromatica si consiglia la nostra bortellina (“burtleina” o frittatina di farina e acqua, fritta nello strutto bollente), infine per il salame dal sapore più deciso è indicato il chisolino (torta fritta) ma anche una fetta di pane fragrante. Il tutto ovviamente innaffiato da un vivace Monterosso bianco o da un Gutturnio frizzante

Come contattarvi se qualcuno è interessato ai vostri prodotti/servizi?

Per un contatto immediato si può inviare una mail all’indirizzo info@salumificiolarocca.com oppure telefonare al numero 0523805139.

Per avere un’idea dei nostri prodotti consiglio una visita al sito www.salumificiolarocca.com, nel quale sono indicate anche tutte le informazioni di contatto utili, nonché le istruzioni per raggiungerci. Abbiamo infatti anche un fornito spaccio di vendita in grado di accogliere comitive numerose e pullman.