Dal 2018 la stagionatura del Parmigiano Reggiano di Montagna si farà a Montese

postato in: altre notizie, sapori | 0

Dal 2018 i caseifici della provincia di Modena potranno stagionare il proprio Parmigiano Reggiano a Montese, sull’Appennino a 850 metri di altitudine.

imagesNel dicembre scorso a Modena è stato presentato al pubblico il progetto di un grande magazzino di stagionatura che, sostenuto dal Consorzio del Parmigiano Reggiano e realizzato da Gema spa, oggi sta prendendo forma su un’area di 25.000 metri quadrati poco fuori dall’abitato di Montese, per un investimento complessivo quantificato in circa 9 milioni di euro.

La struttura sarà presto pronta ad accogliere ben 170mila forme di Parmigiano Reggiano di Montagna e anche diverse figure professionali tra le quali quelle più specialistiche sono già state assunte per ricevere l’opportuna formazione sulle modalità di stoccaggio e movimentazione delle forme, anche tramite l’utilizzo delle moderne tecnologie di cui si avvarrà l’azienda.

Il Parmigiano Reggiano, con oltre 110 caseifici riforniti di latte da circa 1.200 allevatori, rappresenta il più importante formaggio DOP prodotto e stagionato in montagna e contribuisce a sostenere l’economia del territorio appenninico delle province di Parma, Reggio Emilia, Modena e Bologna. Proprio per garantire maggiore sostenibilità allo sviluppo di queste aree e offrire ai consumatori garanzie aggiuntive legate, oltre all’origine, anche alla qualità del formaggio, il Consorzio del Parmigiano Reggiano ha definito il “progetto qualità-prodotto di montagna”, assegnando una specifica certificazione al prodotto che deve essere “fatto in casa” a partire dal latte e dall’alimentazione delle stesse bovine fino al formaggio e alla sua stagionatura.download

Rispetto a tale certificazione il nuovo magazzino di Montese – comune che ospita anche il Consorzio Terre di Montagna, nato nel 2008 proprio per la promozione del Parmigiano Reggiano “montano” – permetterà ai 42 caseifici nelle aree della provincia di Modena qualificate “di montagna” di effettuare anche la stagionatura in loco e ottenere quindi l’attribuzione dell’ulteriore prestigioso marchio “Prodotto di Montagna”. Una struttura destinata a non rimanere soltanto il punto di riferimento per l’Appennino Modenese, ma che già sta suscitando l’interesse di alcuni caseifici delle altre province, pronti ad usufruire dei servizi moderni, sicuri, qualificati e certificati offerti dal primo magazzino generale di stagionatura di formaggi su tutto il territorio nazionale e, finora unico, ad aver ottenuto l’importante certificazione sulla “sicurezza alimentare” UNI EN ISO 22000:2005.