Il Paniere…lievita!

postato in: sul progetto | 0

Senza titolo-1Il Paniere dei Parchi dell’Appennino Emiliano sta crescendo: ora sono settantadue le imprese che ne fanno parte, di cui 40 aziende agricole o che commercializzano prodotti agroalimentari, 27 imprese turistiche, e 5 aziende agrituristiche, selezionate su tutto il territorio dell’Appennino Emiliano, dalla Provincia di Bologna a quella di Piacenza.

Il Paniere dei Parchi dell’Appennino Emiliano raccoglie i prodotti agro-alimentari e i servizi turistici che esprimono una radicata e stretta relazione con il proprio territorio di origine e che sono qualitativamente in linea con i valori di tutela ambientale perseguiti dai Parchi e dalle Aree Protette dell’Appennino Emiliano. Gli oltre 100 prodotti e servizi sono suddivisi in categorie, sotto forma di un catalogo on-line, ma l’utente può anche cercare per ambiti geografici utilizzando una mappa geo-referenziata.

I prodotti maggiormente presenti al momento sono confetture, composte, marmellate, cereali e farine, lamponi, more, mirtilli e piccoli frutti, frutta, verdura e ortaggi, pasta artigianale e prodotti da forno tipici, vini, formaggi, salumi e norcineria (tra cui anche vari prodotti tradizionali, ma anche molti D.O.P. e D.O.C.).

Tra le aziende agricole che fanno parte del Paniere dei Parchi dell’Appenino Emiliano, la maggior parte può vantare certificazioni di prodotto (D.O.P., agricoltura biologica) mentre sul fronte turistico spiccano gli agriturismi e le aggregazioni di imprese che propongono itinerari e pacchetti articolati.
Le aziende saranno stimolate e supportate nella sperimentazione di forme di collaborazione e networking, avviando strumenti comuni di promozione, come la partecipazione a fiere, l’attività di web-marketing e l’animazione di eventi mirati sul territorio.

L’ingresso nel Paniere per le aziende interessate è ancora possibile (la richiesta di adesione è scaricabile da http://www.saporidiappennino.it/richiesta-paniere/). L’adesione è gratuita, ma è subordinata al possesso di una serie di requisiti, primo fra tutti quello della localizzazione dell’azienda all’interno delle aree Leader coincidenti con le parti di territorio protetto dell’Appennino emiliano nelle province di Bologna, Modena, Reggio Emilia, Parma e Piacenza.

Per avere maggiori informazioni sul progetto scrivere a info@saporidiappennino.it