Mele e pere antiche d’Appennino. A Valtaro soltanto una sarà “la più buona del Reame”

postato in: eventi, sapori | 0

31891_4213_RRGHIDomenica 19 novembre, in località Predelle di Porcigatone, nel comune parmense di Borgo val di Taro, qualcuno ruberà il ruolo da protagonista a Biancaneve in una singolare competizione che, ispirata proprio alla favola dei fratelli Grimm, vedrà l’elezione, non della più bella del reame, ma della mela e della pera più buone dell’Appennino.

“La più buona del Reame”, giunta alla sua terza edizione, è una vera e propria sfida che coinvolgerà, nella cornice della Riserva naturale regionale dei Ghirardi – una delle 100 perle naturalistiche del WWF Italia – tutti gli agricoltori della montagna specializzati  nella coltivazione delle varietà tradizionali, antiche o dimenticate di mele e pere e tutto il suo pubblico, che avrà il “piacevole” compito di degustare ed eleggere i frutti più dolci, croccanti e succosi.

L’ unico requisito richiesto agli sfidanti è che i loro frutti siano tutti biologici e quindi coltivati senza uso di pesticidi e concimi di sintesi.

Promossa dai Parchi del Ducato, Ente gestore delle aree protette di Parma e Piacenza e dal WWF, Fondo Mondiale per la Natura, questa manifestazione nasce dalla volontà di riportare l’attenzione sulle risorse colturali e culturali della montagna, un patrimonio dimenticato che racchiude in sé, da una parte quella biodiversità genetica capace di far fronte ai mutamenti imposti dal cambiamento climatico, e, dall’altra, la capacità degli agricoltori di rapportarsi alle caratteristiche ed alle peculiarità del loro territorio.v640x480_v640x480_la_piu__buona_del_reame_provvisorio

Il programma della giornata prevede una mostra delle varietà di meli e peri antichi curata dall’Associazione Piccoli Produttori Alta Val Taro e del Vivaio Ponte Scodogna dei Parchi del Ducato; un laboratorio ludo-didattico a cura del WWF Parma (ore 14:00-15:30); le due sfide per l’elezione delle mele e delle pere più buone, e, novità di questa terza edizione, un’altra sfida, questa volta fra torte di mele, a dimostrazione di come alcune antiche varietà di mele e pere siano più adatte ad essere consumate da cotte piuttosto che da fresche.

La manifestazione, come tutti gli anni, si terrà al Centro visite della Riserva naturale dei Ghirardi a Predelle di Porcigatone. Il Comitato organizzativo consiglia di rimanere in contatto tramite i social in quanto sono in corso di definizione altre attività che amplieranno l’evento.

Per informazioni e per iscriversi ad una o entrambe le gare: oasighirardi@wwf.it; tel. 349.7736093.