Il progetto di cooperazione interterritoriale Softeconomy nei Parchi e nelle Aree Protette dell’Appennino Emiliano promosso dal GAL Antico Frignano e Appennino reggiano in partenariato con il GAL Soprip e GAL Appennino Bolognese, si rivolge alle imprese agricole e turistiche che operano nei territori, destinatari delle misure di sviluppo rurale previste dell’Asse Leader, in cui vi è presenza di Parchi o Aree Protette.

Il progetto è infatti svolto in collaborazione con il Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano e gli Enti di gestione dei Parchi e della Biodiversità Emilia Occidentale, Emilia Centrale ed Emilia Orientale e riguarda anche, in alcuni casi, le imprese che operano in Comuni sul cui territorio vi sono zone SIC e/o ZPS.

brochurecopertina

Le azioni previste:

  1. Definire un paniere di prodotti e servizi delle Aree Protette dell’Appennino Emiliano
  2. Promuovere il paniere attraverso strumenti di marketing, partecipazione a fiere, qualificazione dell’offerta di eventi locali
  3. Creare strumenti per favorire il “fare rete” tra le imprese inserite nel paniere
  4. Scambio di buone pratiche e ricerca di sinergie con i territori contigui toscani e liguri